Lama residenti - Centro Buddha della Medicina

Vai ai contenuti

Lama residenti

Logo Centro
Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen
Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen
Maestra Tina Pema De KhieLa
Maestra Tina Pema De KhieLa
Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen
Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen
Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen, nato Paolo Mariani (Vercelli, 25 Maggio 1949) è un Lama laico della tradizione Buddhista Tibetana Vajrayana.

I primi anni
Paolo Mariani, Lama Dino Cianciub Ghialtzen, nasce a Vercelli in Piemonte il 25 Maggio 1949. Al termine della scuola obbligatoria prosegue con un percorso di Studi Professionali. Viaggia molto in tutta Europa, lavorando al fine di poter avanzare con gli studi senza pesare economicamente sulla famiglia. Nel 1973 consegue la Laurea in Scienze Sociali ad indirizzo giuridico-economico. Nello stesso anno ottiene una borsa di studio che gli permette di frequentare a Roma un master in economia e sviluppo sociale. Dal 1977 lavora presso l’Ufficio Legale di un noto Istituto bancario torinese. È sposato con Tina Calautti, Lama Tina Pema De Kie La, ed ha due figlie, Chiara e Laura.

Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen
L’incontro con Lama Gangchen Tulku Rinpoche a settembre 1985
Nel Settembre 1985, incuriosito dall’annuncio riportato su un quotidiano torinese, partecipa alla conferenza di un “Lama Guaritore”. In questa occasione nasce il primo incontro con il Venerabile T.Y.S. Lama Gangchen Tulku Rinpoche e percepisce la sensazione di aver già incontrato o comunque di aver già visto da qualche parte il venerabile Lama. La conferma di vivere un momento saliente della propria vita è sostenuta dal reciproco atteggiamento affettuoso e sorridente del Lama Guaritore. Il giorno stesso in cui si incontrano, Dino Mariani prende Rifugio nei Tre Gioielli: Buddha, Dharma e Sangha direttamente da Lama Gangchen Tulku Rinpoche e riceve il nome di Dharma Cian Ciub Ghialtzen. Da questo momento inizia il Suo percorso nel Sentiero del Buddha come discepolo del Ven. Lama Gangchen, che diviene il suo Maestro per la vita, cioè il suo Guru Radice. Dalle parole di Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen: “Ad un certo punto della mia esistenza ho sentito il bisogno di avere indicazioni sulla mia vita e sui dubbi di cui mi interrogavo da anni. Ciò è accaduto esattamente quando  ho conosciuto Lama Gangchen”.

Il percorso accanto al Ven. Lama Gangchen Tulku Rinpoche: gli studi, gli insegnamenti e le Iniziazioni
Dal 1986 iniziano i numerosissimi viaggi con l’intera famiglia verso Gubbio, dove Lama Gangchen si era stabilito in una casa rurale con alcuni monaci.
Su precisa indicazione del suo Guru Radice Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen frequenta l’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia, sotto la guida del Ven. Gheshe Ciampa Ghiatzo, il Centro Milarepa di Pinerolo, guidato dal Ven. Lama Cian Ciub Sondup, il precedente Centro Maitri di Torino, sotto la guida del Ven. Gonsar Tulku Rinpoche e il Centro Ghe Pel Ling di Milano allora guidato da Gheshe Tenzin Gonpo; riceve inoltre iniziazioni e commentari delle quattro classi del Tantra, partecipando a ritiri intensivi e sessioni di meditazione. Lama Dino Cianciub Ghialtzen inizia anche a studiare la lingua tibetana conseguendo nel 1988 il diploma all'Istituto Cesmeo di Torino, traducendo alcuni capitoli di importanti testi connessi con i quattro Tantra Medici della tradizione medica tibetana e parti significative del “Bardo Thödrol” la liberazione attraverso l’udire. Sviluppa così uno spiccato interesse per la Medicina e l'Astrologia Tibetana che approfondisce direttamente con Medici tibetani quali il Dott. Loksang e il Prof.Pasang Yonten Arya (Tendi Sherpa)
Per poter meglio comprendere l’uso delle piante curative di cui si serve questa antica medicina, studia per un altro quadriennio la nostra Erboristeria tradizionale. Nel 1992, presso la facoltà di farmacia dell'Università di Urbino, consegue il Diploma di Stato di Erborista, l’unico allora riconosciuto dallo Stato Italiano. Frequenta dal 1989 al 1992 il corso in erboristeria tradizionale e fitopratica presso l' istituto internazionale di psicosomatica Econatura e nel Marzo 1993 compone una tesi comparativa tra la nostra Erboristeria occidentale e la cura con erbe e sostanze naturali che costituisce la base della Medicina Tibetana.
Negli stessi anni, su suggerimento di Lama Gangchen, si avvicina allo studio e alla pratica del massaggio Shiatsu seguendo il Maestro Wataru Ohashi, allievo di Shizuto Masunaga. Con lui inizia a studiare, per poi diventare un esperto e competente operatore professionale Shiatsu. Nel corso degli anni 90 perfeziona ancor di più la metodologia del massaggio creando una sua propria tecnica, più dolce nel tocco e nel nome, del tutto innovativa nei contenuti, poichè unisce l’aspetto terapeutico a quello del percorso spirituale. Questo metodo, con marchio registrato e depositato, sarà chiamato: “Shiatsu NgalSo e Mandala Touch”. Consegue inoltre, in Italia e all’estero, importanti certificati e riconoscimenti tra i quali il titolo di “Dottore in Medicina Alternativa” conferitogli a New Delhi in India nel 1995 e quello di “Dottore in Medicina Olistica e Terapie Tibetane” conseguito a Colombo nello Sri Lanka nel 2003.
Nel 2015 Dino Cian Ciub Ghialtzen è riconosciuto ufficialmente come Lama del Lignaggio dal proprio Guru nella tradizione buddhista tibetana Vajrayana Ganden Nyen Gyu e viene insediato sul trono nella formale e specifica cerimonia alla presenza del Ven. Lama Gangchen Rinpoche e di altri Preziosi Lama e Monaci del Lignaggio di fronte a tutta la comunità di fedeli (Sangha). Il suo costante e principale impegno è quello di promuovere tutte le pratiche NgalSo ricevute dal suo Prezioso Guru e diffonderle come base principale d’insegnamento. Al fianco di Lama Gangchen compie molteplici viaggi dedicati ai ritiri spirituali come al monumentale Mandala Borobudur, nell’isola di Giava in Indonesia., Bodhgaya, Lumbini e Varanasi in India e in Nepal.


La nascita del Centro Buddha della Medicina
Nei primi anni ’90 nasce da Lama Gangchen la volontà di fondare un Centro di Dharma anche a Torino e porre Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen e Tina Pema De Kie La come direttori responsabili e “Messaggeri di Pace” con il compito di insegnare il Dharma. Iniziano quindi a tenere serate di meditazione, di pratica e di piccoli insegnamenti all’interno del loro appartamento, condividendo con altre persone la gioia ed i benefici derivanti dalla sperimentazione e dalla pratica degli insegnamenti ricevuti dal loro Prezioso Guru e dai numerosi altri Maestri di Dharma.

Nel 1993, durante il primo importante ritiro di meditazione su Vajrasattva avvenuto sui “Monti della Luna” nei pressi di Cesana Torinese vicino a Torino, Lama Gangchen, ispirato dal suo Guru, propone le basi dell’Autoguarigione Tantrica NgalSo. Le stesse verranno approfondite in un altro ritiro a Velletri.

Nel marzo 1994, per volere di Lama Gangchen e sotto la sua guida spirituale, nasce in Via Cenischia 13 a Torino l'associazione Centro Buddha della Medicina  Luogo di Culto  diretto da Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen e Tina Pema De Khie La. Nel 1997 il Centro Buddha della Medicina viene associato all’Unione Buddhista Italiana , Ente riconosciuto dallo stato. Importanti Lama come il Ven. Kyabje Gheshe Yeshe Wang Chuk, Kyabje Ribur Rimpoche, Kyabje Dagom Rinpoche, Gheshe Lobsang, Gheshe Losang Tendar, Thamthog Rinpoche, quasi tutti discepoli della precedente reincarnazione di S.S. Kyabje Trijan Rinpoche, tutore dell’attuale XIV Dalai Lama, nel corso degli anni sono stati invitati e ospitati nel Centro di Dharma Buddha della Medicina, sempre accompagnati dal Ven. Guru Lama Gangchen Tulku Rinpoche.

Collaborazioni con il Comune di Torino
Il Centro Buddha della Medicina partecipa alle numerose manifestazioni volte alla diffusione della reciproca conoscenza e rispetto delle diverse culture ospiti della Città. Il primo grande evento avviene nel 1994 nel parco La Mandria di Venaria Reale nei pressi di Torino. In una vasta sala riservata della palazzina di caccia viene allestita una mostra di oggetti sacri appartenente ad una collezione privata. Contemporaneamente 6 Monaci del Monastero Samtenling di Katmandu Nepal costruiscono un Mandala di sabbie colorate, seguito dai visitatori in fase di realizzazione, il primo costruito nell’area torinese.

Nel contesto della stessa manifestazione, il Comune di Torino mette a disposizione il teatro Piccolo Regio per lo spettacolo di Cham, danze sacre tibetane, eseguite dagli stessi Monaci, che riscuote un enorme successo con un grande afflusso di pubblico. Nell’arco di un mese i religiosi interagiscono con la gente fornendo notizie, insegnamenti e consigli pratici. L’intero evento si conclude con un’iniziazione pubblica di Yamantaka all’interno del parco che vede la partecipazione di migliaia di persone e di molte scolaresche. Il Mandala di sabbie colorate, che rappresenta l’intero universo, non viene però distrutto come nelle cerimonie tradizionali ma, con l’approvazione della mente aperta alle innovazioni di Lama Gangchen, viene solidificato con una particolare tecnica dal Prof. Gian Luigi Nicola, sovrintendente del Museo Egizio di Torino. L’opera, trasportata nei locali del Centro Buddha della Medicina di Torino, può ancor oggi essere visionata da ospiti e scolaresche. Nello stesso periodo, per seguire anche la via tradizionale, è stato costruito e distrutto un altro Mandala più piccolo le cui polveri sono state immesse nelle acque del Po con la pura motivazione di portare beneficio in ogni luogo dove scorre il fiume. Questo evento aiuterà la ristrutturazione completa dell’antico Monastero Samteling di Kathmandu e permetterà la costruzione di un Healing Center nello stesso luogo.

Nel 1995 il Comune di Torino promuove “Identità e Differenza”, un’ importante manifestazione che si svolge nelle piazze della città, alla quale Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen e il Centro Buddha della Medicina di Torino partecipano attivamente per diverse edizioni invitando vari gruppi di Monaci tibetani che eseguono differenti tipi di Mandala di sabbie colorate e le tradizionali danze sacre Cham. I Mandala vengono poi distrutti con il rituale tradizionale e le polveri vengono distribuite ai presenti come blessing.

Dal 2005 Lama Dino Cian Ciub promuove iniziative e conferenze sulle diverse tematiche proposte dagli organizzatori della manifestazione “Torino Spiritualità” che vanta la presenza di ospiti illustri e personalità nazionali e internazionali. Più volte lo stesso Lama viene invitato nella prestigiosa sede del Circolo dei Lettori.

Collaborazione con l’Ospedale Molinette di Torino
Nel 2004 Lama Dino partecipa come rappresentante del Centro Buddha della Medicina al congresso mondiale "Medicine Tradizionali Integrate - Educazione alla Pace per una Salute Migliore" condotto in un seminario di 4 giorni con il Ven. Khamba Lama Damdinsuren Natsadorje e il Ven. Lama Lawang dal titolo “ Sviluppo dell’integrazione tra la Medicina Mongola e la Medicina Tradizionale Occidentale".

Nel 2009 Lama Dino firma, come rappresentanti del Buddhismo Tibetano Vajrayana, un protocollo d’intesa con l’Ospedale Molinette per l’assistenza e il conforto spirituale ai malati che ne fanno richiesta nell’ambito del progetto “Le Cure dello Spirito”, al fine di accogliere i ministri di culto delle maggiori religioni presenti sul territorio nazionale nel portare assistenza spirituale ai malati all’interno della struttura ospedaliera.

Negli anni seguenti Lama Dino Cian Ciub e Tina Pema Dekhiela, con gli altri rappresentanti religiosi, firmano lo stesso protocollo d’intesa con altre grandi strutture ospedaliere quali: Regina Margherita, Sant’Anna, C.T.O. e altri, appartenenti alla Città della Salute e della Scienza di Torino, e con l’ospedale San Luigi di Orbassano. Viene in seguito approvata la “stanza del silenzio” proposta dall’URP delle Molinette come luogo di preghiera ed incontro spirituale delle varie religioni, tutt’oggi aperta a tutti coloro che vogliano avere un momento di raccoglimento.

Collaborazione con altri Centri di Dharma associati all’U.B.I. - Unione Buddhista Italiana
Nell’ambito dei Centri Associati all’U.B.I. la collaborazione e gli incontri con i vari rappresentanti delle diverse tradizioni buddhiste, sono perseguiti con continuità fin dal 1997 e lo stesso Lama Dino Cian Ciub ha fatto parte della prima commissione di studio e attualizzazione dell’8 per mille, producendo uno studio comparato dell’utilizzo dello stesso da parte delle altre strutture religiose firmatarie anch’esse dell’intesa con lo Stato Italiano.

Nel 1993 a Torino il Centro Buddha della Medicina di Torino, insieme agli altri Centri del territorio, organizza il Vesak, la festa buddhista più importante celebrata in tutto il mondo dalle varie tradizioni. Negli anni successivi prosegue la collaborazione con gli altri Centri cittadini nell’organizzare il Vesak a livello locale partecipando con conferenze, sessioni meditative e insegnamenti pubblici. Nei diversi incontri periodici, che abitualmente si programmano con gli altri quattro Centri di Dharma cittadini associati all’U.B.I., Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen e Tina Pema De Kie La hanno collaborato alla stesura di un testo comune che descrive le varie tradizioni buddhiste presenti in città intitolato “Sui passi del Buddha”.

Composizioni

Pratiche meditative e Mantra trasmessi in streaming:

Gli 8 Percorsi di pace e Conoscenza
Lo Yoga della Natura di Spazio dell’Elemento Acqua
Il Buddha della Medicina
Preghiere Mönlam per il Bardo e la Rinascita
Il puro cristallo che mostra Shambala
Pratica di Tara e le 21 Lodi
Narrazione musicata di “Le Gesta del Buddha” di Asvaghosa (Budhhacarita)
Vajrasattva
Lama Tzong Khapa
Tara Bianca di Lunga Vita
Tara Ushnisha Vijaia
Sumati Kirti
Mig Tse Ma
Parnashawari
Heruka Vajrasattva
Manjushri Nero
Amithayus
Traduzioni dal tibetano: Il Sutra della Prajnaparamita
Note

1. T. Y. S. Lama Gangchen, Making Peace with the Environment I: A Crystal Clear Vision of the Inner Wind System to Make Peace with the Outer and Inner Environment, Volume 1, 3ª ed., Firenze, Global Open University Press & Indian Institute of Ecology & Environment, 1996, pp. 17, ISBN 8174560521.
2. Pasang Yonten Arya T. Sherpa - Autobiografia, su tibetanmedicine-edu.org. URL consultato il 7 maggio 2020.
3. Lama Gangchen World Peace Foundation, su lgpt.ngalso.org. URL consultato il 7 maggio 2020.
4. T. Y. S. Lama Gangchen, Arcobaleno di nettari di guarigione. Autoguarigione tantrica NgalSo. Pratica dei sette Buddha della medicina e introduzione al sistema di cura tradizionale tibetano, Milano, LGPP, 2010, ISBN 8896423082.
5. OSSERVATORIO, su pluralismoreligioso.it. URL consultato il 3 maggio 2020.
6. Unione Buddhista Italiana, Elenco completo, su buddhismo.it. URL consultato il 3 maggio 2020.
7. Massimiliano Siullo, L'abbraccio dei monaci buddisti ha avvolto la città di Torino, in Torino Oggi, 17 Maggio 2018.
8. cesnur, La scuola di Lama Gangchen, su cesnur.com. URL consultato il 3 maggio 2020.;Filmato audio Centro Bhudda della Medicina, https://www.youtube.com/watch?v=15qjYvK2srM&t=5s, su YouTube. URL consultato il 7 Maggio 2020.
9.  Biografia Gian Luigi Nicola, su adamantionet.com. URL consultato il 7 maggio 2020.
10.  Manifestazione Identità e Differenza, su pavonerisorse.it. URL consultato il 3 maggio 2020.
11.  Eventi Torino Spiritualità, su interculturatorino.it. URL consultato il 3 maggio 2020.; Ediz.2019, su torinospiritualita.org. URL consultato il 3 maggio 2020.
12.  Circolo dei lettori di Torino, Programma Torino Spiritualità 2014 (PDF), su circololettori.it, pp. 22,38,65. URL consultato il 10 Maggio 2020.; Circolo dei lettori di Torino, Programma Torino Spiritualità 2018 (PDF), su circololettori.it, pp. 39,63. URL consultato il 10 Maggio 2020.; Circolo dei lettori di Torino, Programma Torino Spiritualità 2019 (PDF), su torinospiritualita.org, pp. 43,57. URL consultato il 10 Maggio 2020.
13.  Cong.Mondiale Medicine Tradizionali Integrate Educazione alla Pace per una Salute Migliore, su worldpeacecongress.net. URL consultato il 3 maggio 2020.
14.  Progetto Religioni dell'ospedale Molinette di Torino, su cittadellasalute.to.it. URL consultato il 3 maggio 2020.
15.  Progetto Religioni, Stanza del silenzio, su cittadellasalute.to.it. URL consultato il 3 maggio 2020.
16. Vera Schiavazzi, Molinette, uno spazio dove pregare e raccogliersi senza distinzione di Credo, in La Repubbblica, 9 Aprile 2009.
17. 8x1000 UBI, su 8x1000ubi.it. URL consultato il 3 maggio 2020.
18 Vesak UBI, su buddhismo.it. URL consultato il 3 maggio 2020.
19. Canale YuoTube del centro Buddha della Medicina di Torino, su youtube.com. URL consultato il 7 maggio 2020.
Maestra Tina Pema De KhieLa
Tina Pema De Khie La nasce nel 1958 e nel 1985 prende rifugio nei Tre Gioielli con il suo Guru Radice Lama Gangchen Tulku Rinpoche. Dal 1992 dirige, insieme al marito Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen, il Centro Buddha della Medicina, Associazione senza fine di lucro posta sotto la guida spirituale di Lama Gangchen Tulku Rinpoche, il quale le conferisce il riconoscimento di Maestra di Dharma e di Messagera di Pace autorizzandola a trasmettere le pratiche di Dharma e a condurre i ritiri nell’ottica di sviluppare la pace interiore e nel mondo.
Nel 1993, dopo un percorso graduale vissuto in prima persona, diventa Master Reiki, dedicandosi all’insegnamento del tradizionale Sistema Usui unito all’Autoguarigione Tantrica Ngal-gSo insegnata dal Ven. Lama Gangchen Tulku Rinpoche, unendo i due percorsi in un unico sistema: “Reiki NgalSo metodo Pema”. Ha formato diversi Reiki-Master e numerosi sono i praticanti che attraverso questa disciplina si sono avvicinati attivamente alle pratiche meditative Ngal-gSo con ottimi risultati.
Nel 2000 ha ricevuto direttamente dal Ven. Lama Gangchen l’iniziazione di Ngal-gSo Chawang, che amplia e potenzia i livelli Reiki acquisiti in precedenza. Dal 2004, insieme ad alcuni praticanti che da lei hanno ricevuto il secondo livello di reiki, ha istituito il “cerchio di luce” che con amore e generosità invia energia Reiki a chi necessita di aiuto. Ha associato la pratica di Reiki NgalSo con il Sutra dell’ “Ottuplice Sentiero” e ha trasmesso una particolare forma di auto-trattamento per il beneficio di corpo, parola e mente basato sui preziosi insegnamenti ricevuti dalla propria Guida Spirituale sul Mandala di Boroboudur.
Ha trasmesso al Centro Buddha della Medicina un ciclo di insegnamenti specifici sulle “Sei Perfezioni” e ha condotto un particolare insegnamento, durato un anno, sulle 21 manifestazioni di Buddha Tara per il beneficio di tutta la comunità.
Partecipare a una serata condotta dalla Maestra Tina Pema De Kie La, permette di tornare a casa carichi di una sensazione di pace e amore, indiscutibile è l’energia del cuore che sviluppa l’ascolto dei suoi insegnamenti.
Centro Buddha della Medicina - via Cenischia 13 - Torino - Tutti i diritti riservati ©
Centro Associato
L'8xTUTTI - 8X1000 all'UBI
Torna ai contenuti