Luglio 15

Pratica del Chöd

0  comments

Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen ha deciso di trasmettere uno speciale insegnamento a un ristretto gruppo di praticanti del Centro Buddha della Medicina: la Pratica del Chöd.
La motivazione di base è quella di acquisire delle consapevolezze in più di se stessi per essere maggiormente di aiuto agli altri esseri, soprattutto in questo particolare momento storico, caratterizzato dalla presenza di molte difficoltà e molte paure, come per esempio quelle legate alla pandemia del Covid-19.

L’insegnamento di Lama Dino parte dal prendere in considerazione la vita della grande yogini tibetana, Machig Labdrön (1055-1149) e in particolare la sua perfetta relazione con il Guru Padampa Sanghiè, un grande mahasiddha indiano. La giovane donna, studiosa e praticante della Prajnaparamita, trasmise, ispirandosi a questa, la pratica del Chöd.
Chöd significa “tagliare l’ego” e l’insegnamento su questa prima pratica nativa del Tibet ha avuto inizio al Centro Buddha della Medicina a luglio 2020, con la trasmissione del Genag da parte di Lama Dino a tutte le persone presenti, con la chiara e pura motivazione di benedizione e di protezione.
A novembre 2020 un gruppo di circa 30 persone inizia il percorso: ricevendo direttamente gli insegnamenti dal Lama, si dedica a imparare il canto che contraddistingue il Chöd e, successivamente, ad accompagnare alla voce l’utilizzo degli implementi che sono parte integrante della stessa (Campana e Damaru).
L’insegnamento e la pratica prosegue tutt’ora con diversi ritiri e momenti di approfondimento sui significati di questa preziosissima e antica pratica.
Buddha Shakyamuni ha insegnato, sulla base delle diverse attitudini mentali degli esseri, diversi metodi per l’abbandono della visione del “sé” ritenuto veramente esistente in modo indipendente; alcuni di questi possono essere percepiti in modo più graduale, altri più direttamente.
La pratica del Chöd è diretta, “tagliente": ha lo scopo di connettere velocemente la mente del discepolo con quella del Guru e di rendere familiare la Sua generosità incondizionata verso tutti gli esseri, anche quelli che appaiono malefici e distruttivi, tramite la meditazione e l'energia del dono.


Tags

attivita, centro, comunicazioni, info, news, novita


Ti potrebbero interessare anche questi articoli

Preparazione mentale alla morte

Preparazione mentale alla morte

Omaggio alle Dakini del Centro

Omaggio alle Dakini del Centro
Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Contattaci!

Name*
Email*
Message
0 of 350