Insegnamenti nella visione NgalSo

Tutti gli insegnamenti proposti dall’Associazione vengono trasmessi sotto la visione Ngal-gSo, un gter.ma, un tesoro tantrico di autoguarigione trasmesso dal ven. Lama Gangchen Tulku Rinpoche, che si compone di due termini tibetani:
Ngal, che si riferisce genericamente a tutti i problemi di inquinamento, disarmonia, sofferenza e malattia;

gSo, che si riferisce a come si possa ristabilire, guarire e purificare l’energia vitale.

Sono quindi due profondi aspetti contrapposti, ma facenti parte della stessa realtà, che si trovano nel primo insegnamento che Buddha Shakyamuni diede con la motivazione di aiutare gli esseri ad estirpare la sofferenza: nella trasmissione delle Quattro Nobili Verità troviamo difatti le prime due verità che si riferiscono alla necessità di abbandonare le cose negative (Ngal), mentre le altre due si riferiscono alla necessità di accogliere le esperienze positive (gSo).
Il Centro propone attività continuative per tutti i mesi dell’anno basata su programmi di insegnamenti mensili, annuali o pluriennali basati su percorsi che permettono l’approfondimento di testi da parte di studenti con diversi interessi e/o predisposizioni. 
Gli insegnamenti sono intesi dai Lama del Centro non in chiave letteraria o meramente filosofica, ma nell’ambito di un percorso di crescita individuale e collettivo, una trasformazione concreta delle afflizioni mentali e delle tendenze negative (odio, attaccamento e ignoranza) che rendono pesante e opprimente la nostra e l’altrui esistenza.

Elementi fondamentali

Voti e precetti
Nel sentiero buddhista Vajrayana un praticante può decidere di richiedere al proprio Maestro una determinazione maggiore, un potenziamento della pratica stessa al fine di poter, conseguentemente, migliorare ed innalzare le energie mentali ed i processi di trasformazione positiva del proprio karma. I primi voti sono quelli di Rifugio, che sono stati istituiti dal Buddha stesso nel contesto del Suo Insegnamento.
APPROFONDIMENTO

Guru Puja
Detto anche Lama Ciöpa (in tibetano) significa letteralmente «rituale di offerta al guru» e si può considerare come un lungo rituale di preghiera e meditazione scritto dal grande Panchen Lobsang Ciöky Ghialtzen nel XVII secolo.Le melodie con cui la si recita furono composte da Ghyalwa Ensapa, detto lo «Yogi Veloce» per la rapidità con cui ottenne l’illuminazione.
APPROFONDIMENTO

Mandala di Borobudur
Il lignaggio Ngal-gSo si lega in modo molto stretto con il mandala di Borobudur in Indonesia. Perché è così importante questa connessione? Semplicemente perché la pace che emerge come insegnamento dal Mandala di Borobudur è, come tutti gli insegnamenti Ngal-gSo, il miglior fondamento per creare, nelle persone e nell’ambiente la pace interiore che contrasti la cultura della violenza e dell’aggressività nel mondo.
APPROFONDIMENTO

Insegnamenti 2019

Il 2019 ha due temi principali su cui si è concentrato Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen: il ritiro di “Guru Panchasika, le 50 stanze di devozione al Guru” e l’insegnamento rinnovato di Shinè e Lag Tong.

Guru Panchasika – Le 50 stanze di devozione al Guru
Aśvaghosa è un Maestro e poeta indiano vissuto nel 1º secolo d.C.; di famiglia brahmanica, si convertì al buddhismo in seguito ad un “dibattito pubblico” con un Maestro buddhista. È il rappresentante più antico del dramma classico indiano e autore, fra l’altro, del poema “Le gesta del Buddha” che è stato oggetto di approfonditi studi all’interno del nostro Centro.
Al momento sono state effettuate cinque sessioni composte da tre giorni l’una. Il ritiro è a numero chiuso e selezionato.

Sinè e LangkTong
Scinè in tibetano (o Samatha in sanscrito) significa calma dimorante, ossia pacificazione e calma mentale, e indica il potere concentrativo elevatissimo che permette di pacificare la mente e quindi di escludere tutte le afflizioni mentali di tipo perturbativo. Lhag.mthong in tibetano (pr. lakton) corrisponde invece alla visione profonda o penetrante, detta anche speciale.
APPROFONDIMENTO

Iniziazione di Kurukulle data da Lama Gangchen Rinpoche

Il 22 Maggio, su richiesta di Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen e Tina Pema De Khiela ed in occasione del compleanno di Lama Dino, il Guru del Lignaggio Lama Gangchen Rinpoche trasmetterà l’iniziazione di Kurukulle. 
Nei mesi successivi sono programmati ritiri inerenti questa particolare divinità con pratica, insegnamenti e commentari.  

Buddha e i suoi discepoli
Questo insegnamento entra nello specifico della relazione tra il Buddha e i suoi principali discepoli, partendo dalla sua veglia, all’illuminazione e ai primi che si sono avvicinati a lui. Chi erano, come vivevano. Fino ad arrivare agli 84 Mahasiddha

Dharma e Creatività

Dharma e creatività, consapevolezza e uso armonico delle proprie propensioni mentali è un corso iniziato a novembre 2013 da Lama Dino per creare un legame tra il Dharma e la Creatività e ripreso quest’anno con una veste ed un approccio che sussegue a quello precedente ma permette a chi non ha partecipato, di poter fare esperienza di questo particolare insegnamento.
L’essere creativi costituisce nel nostro secolo un punto importante di acquisizione di felicità, non essere creativi invece comporta stati di sofferenza.
La creatività è infatti uno status mentale e come tale è qualcosa che
ha radici profonde nel nostro passato e che si può sviluppare nel nostro continuum mentale presente.
APPROFONDIMENTO