Kyabje Trijang Dorje Chang

Kyabje Trijang Dorje Chang nacque nel Gungtang nell’inverno del 1901: la leggenda dice che alla sua nascita un albero di albicocche fiorì in pieno inverno. Prima ancora di camminare egli dimostrò già un grande interesse per le pitture religiose, le statue e gli strumenti rituali tantrici. Quando la notiza delle sue capacità pervennero a Ngarampa Losang Tendar e a Gheshe Gendun Dragpa Chen, responsabili di trovare la reincarnazione di Losang Tsultrim Palden, che era stato il precedente Trijang Rinpoche, essi si recarono a Gungtang e quando il bambino li vide esclamò a uno dei due: «Gendun Dragpa! » e gli chiese di lavargli i piedi. Gendun Dragpa aveva l’abitudine di lavare i piedi a Losang Tsultrim Palden quando soffriva di reumatismi. Come se non bastasse il bambino riconobbe gli oggetti personali del precedente Trijang Rinpoche che gli vennero mostrati: dimostrò così a tutti gli effetti di essere la sua nuova reincarnazione. All’età di 3 anni venne quindi invitato dal XIII° Dalai Lama nella residenza di Trijang a Lhasa e iniziò così il sentiero monastico, imparando rapidamente a leggere e ricevendo i primi insegnamenti da Kyabje Pabongka Dorje Chang, tra cui l’iniziazione di Manjushri del lignaggio segreto di Lama Tsong Khapa. La forte connessione con questo Maestro durerà tutta la vita e Trijang Rinpoche diverrà il suo principale discepolo. Nel 1907, all’età di 6 anni, entrò nel monastero di Gepel Ling, dove gli vennero dati gli insegnamenti secondo il lignaggio Kadampa . Qui prese i 5 voti Pratimoksha, ricevendo il nome di Losang Yeshe Tenzin Gyatso Pelsangpo. Iniziò così a studiare molti testi buddhisti e passò 12 anni a studiare i testi classici tra cui la Pramana-vartika (Il Compendio di logica), la Madhyamika (La via di mezzo), la Prajnaparamita (Il Sutra della perfezione della saggezza), il Vinaya (La raccolta delle norme di condotta) e l’Abhidharmakosha (Testo di metafisica e cosmologia buddhista), secondo gli insegnamenti del Panchen Lama Sonam Dragpa. Studiò anche i testi e i commentari di Lama Tsongkhapa, del primo Dalai Lama e del Panchen Lama Chokyi Gyaltsen: egli fu uno studente modello e ricevette le iniziazioni tantriche di Kalachakra (da Serkong Rinpoche), Manjushri, Avalokiteshvara , Varjrapani, Guhyasamaja , Yamanthaka, Heruka e Vajrayogini. Continuò a ricevere iniziazioni anche da Pabongkha Rinpoche, tra cui gli insegnamenti di Gyalwa Ensapa, del Guru Yoga di Lama Tsongkhapa e l’insegnamento di Heruka «I 6 metodi per rivitalizzare i Chakra». A 9 anni contrasse il vaiolo e la sua salute non fu più la stessa, ma non per questo le sue capacità diminuirono: all’età di 15 anni compose dei canti per le pratiche e le cerimonie musicali del monastero di Ganden Shartse e già a 18 anni dibatteva con i Gheshe dei 3 maggiori monasteri Gelugpa. Ricevuto il titolo di Lharampa, il più alto grado di Gheshe e dopo aver ricevuto i 253 voti da monaco pienamente ordinato dal 13° Dalai Lama, fu ammesso al Collegio Tantrico di Gyuto nel 1919, dove studiò il Tantra di Heruka. Tra i 20 e i 22 anni ricevette molti insegnamenti e iniziazioni dal suo Guru Radice Kyabje Pabongka Dorje Chang, incluse le iniziazioni del mandala di Vajrayogini secondo le direttive di Naropa, il mandala del corpo di Heruka secondo le direttive di Ghantapa, gli insegnamenti sulla Lama Chopa (L’offerta alla guida spirituale), sulla Mahamudra, sul Lam Rim Chen Mo di Lama Tsongkhapa e sui «Sette punti dell’addestramento mentale» di Gheshe Chekawa. Dopo un anno trascorso nel Collegio Tantrico si recò nel monastero di Chatreng nella provincia del Kham per ascoltare altri insegnamenti e per ritirarsi in meditazione su alcune divinità come Yamantaka, Heruka, Vajrayogini, Hayagriva e Avalokiteshvara. Formulò così le pratiche preliminari di purificazione della mente e di accumulazione meriti (in Tibetano ngon dro) che aggiunse alla Lama Chopa. All’età di 23 anni iniziò a dare insegnamenti nei vari monasteri: Geshe Yonten del Collegio di Ganden Shartse gli richiese degli insegnamenti e lui diede la trasmissione orale degli insegnamenti di Lama Tsongkhapa a circa 200 monaci, seguita poi dall’iniziazione di Vajrayogini secondo gli insegnamenti di Naropa. Invitato da Artog Tulku del monastero di Sera Je diede la trasmissione delle 5 divinità di Heruka e Hayagriva a circa 200 persone. A 24 anni, a Chatreng, diede il Lamrim e la trasmissione di Avalokiteshvara a 2000 tra monaci e laici. Al monastero di Gangkar diede la trasmissione di Guhyasamaja, Avalokiteshvara e Vajrayogini. Tra i 24 e i 27 anni diede molti insegnamenti Gelugpa in giro per tutto il Tibet, portando le parole di Dharma e aumentando così sempre più il numero dei monaci e dei discepoli laici: diede insegnamenti ai monaci del lignaggio Sakyapa e Nyingmapa e insegnamenti di Lam Rim a circa 3.000 monaci e laici al Monastero Jampa Ling nel Litang. Fu invitato dal Centro Tantrico di Chagra Gang a dare l’iniziazione di Padmasambhava e a Lhasa ebbe udienza con il 13° Dalai Lama e con Kyabje Pabongka Dorje Chang ai quali fece offerte di argento, grano, the e istituì un fondo per tutti i monaci di Ganden. Ricevette ancora per diversi anni profondi insegnamenti da Kyabje Pabongka Dorje Chang, incluse le istruzioni orali dei più segreti lignaggi Gelugpa e fece ulteriori ritiri Tantrici. Nel 1933, il 13° Dalai Lama morì e Trijang Rinpoche aiutò Kyabje Ling Dorje Chang e altri grandi Lama a officiare alla cerimonia delle reliquie del corpo. A 37 anni Kyabje Pabongka Dorje Chang lo invitò al monastero di Ganden per insegnargli il Lam Rim Chen Mo, la grande esposizione degli stadi sul sentiero, che diede per quattro settimane a oltre 2000 monaci e laici. In questa occasione gli consegnò una copia del testo scritto con lettere dorate: Trijang Dorje Chang entrò così in possesso del testo classico del Lam Rim, del quale poi scriverà, a 66 anni, oltre a numerosi altri libri, un commentario «La liberazione sul palmo della tua mano». Nel 1939 Trijang Rinpoche viaggiò in India e Nepal, dando insegnamenti e iniziazioni, visitò il monastero di Tashi Lhunpo e nel 1940 diede gli insegnamenti sulla Guru Puja e sulla Mahamudra ai monaci del monastero di Ganden Jangtse. Nel 1941 diventò il tutore più giovane del 14° Dalai Lama al quale continuò a dare insegnamenti fino agli ultimi giorni della sua vita: Kyabje Trijang Dorje Chang lasciò il corpo nel 1981.