Lama Ribur Rinpoche

Lama Ribur Rinpoche nacque in Tibet nella regione del Kham nel 1923 e a 5 anni fu riconosciuto dal tredicesimo Dalai Lama come la reincarnazione di Ribur Rinpoche del monastero di Sera Me.
Dopo gli studi all’università di Sera Me a Lhasa, dove ricevette numerosi insegnamenti dal suo Guru Radice, Kyabje Pabongka dorje Chang, ricevette il titolo di Geshe a 24 anni e rimase qui ad insegnare il Dharma fino al 1959, quando iniziò un’intensa oppressione da parte dei cinesi per ventiquattro anni, durante i quali fu spesse volte interrogato e torturato e passò più di 10 anni nei campi di lavoro cinesi. Nel 1990 ebbe il permesso di fare qualche attività religiosa ed aiutò a costruire un nuovo stupa di Lama Tsong Khapa per Pabongka Ripoche a Sera, poichè i cinesi avevano distrutto l’originale.
Dal suo esilio in India nel 1985, Ribur Rinpoche scrisse numerose biografie di grandi lama quali il tredicesimo Dalai Lama e una vasta storia sul Tibet, oltre a una sua autobiografia. Visse al monastero di Namgyal a Dharamsala, insegnando anche in Europa, Australia, Asia e Stati Uniti.
Negli ultimi anni Ribur Rinpoche si trasferì nella California del Nord dove diede insegnamenti e condusse dei ritiri, prima di ritornare in India, dove lasciò il corpo il 15 gennaio 2006.