Attività del mese

I Maestri del Centro Buddha della Medicina inviano a tutti, per il Nuovo Anno, un Augurio speciale di Pace, Amore, Salute, Serenità e di progresso nel Dharma.

 

Il tema principale di Dharma proposto per il mese di gennaio è l’Addestramento alla Calma Dimorante – Shiné; Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen prosegue gli insegnamenti su questa antica pratica concentrativa indispensabile per arrivare a focalizzare e controllare bene le proprie energie mentali (8, 15 e 22 gennaio).

Da mercoledì 29 gennaio a sabato 1° febbraio, diversamente da quanto riportato dal programma cartaceo, avrà luogo il Ritiro su “Kurukulle – La Dakini del Loto”; queste sessioni saranno dedicate al perfezionamento della pratica meditativa nei punti specifici della Sadhana relativi ai processi di morte, bardo e rinascita, al fine di porre i “semi” per realizzare i tre corpi fondamentali del Buddha.

shine 3

Shiné – Addestramento alla Calma Dimorante: Insegnamenti e Pratica
mercoledì 8 – 15 -22 Gennaio, ore 20:00

Shinè in tibetano (o Samatha in sanscrito) significa calma dimorante, ossia pacificazione e calma mentale, e indica il potere di pacificare la mente eliminando le afflizioni mentali di tipo perturbativo.

La quiete mentale rappresenta un particolare addestramento della mente attraverso metodiche che hanno il potere di trasformare e di pacificare completamente l’instabilità, l’incapacità e la debolezza mentale arrivando a uno stato di concentrazione senza sforzo.

Un buon livello di Shinè, e quindi un punto di osservazione stabile, diventa pertanto necessario per affrontare tutte le pratiche del Tantra o ascoltare gli insegnamenti dei Sutra. Il risultato della pratica è una condizione permanente di felicità e pace interiore in un corpo duttile ed elastico.

Calendario:

mercoledì 8 gennaio, ore 20:00 – SHINÈ con gli elementi – composizione e dissoluzione – domande e risposte.

mercoledì 15 gennaio, ore 20:00 – SHINÈ insegnamenti e pratica.

mercoledì 22 gennaio, ore 20:00 – SHINÈ nei percorsi di ”restare nell’essenza”.

kurukulle

Kurukulle – la Dakini del Loto: pratica e ritiro
da mercoledì 29 Gennaio a sabato 1 Febbraio

 

È una delle pratiche del più elevato Yoga Tantra e indica come innamorarsi del Dharma e della Realtà Ultima della Vacuità.

La Sadhana è stata composta da Tilopa e praticata dai suoi discepoli Naropa e Marpa, nonché da altri Mahasiddha come Indrabhuti di Oddyana. Il nome tibetano di Kurukulle è Rig Giema: “Colei che Causa la Conoscenza”, “Colei che Risveglia la Consapevolezza non duale”.

Kurukulle aiuta a rimuovere gli ostacoli che abbiamo nel praticare il Dharma creando buone condizioni per ottenere alte realizzazioni, a livello ultimo conduce alla buddhitá.

È una manifestazione di TARA ma si manifesta anche come una Dakini che può sostenere i praticanti nel sentiero interiore.

 

Calendario:

mercoledì 29 gennaio, ore 20:00 (pratica)

giovedì 30 gennaio, ore 20:00

venerdì 31 gennaio, ore 20:00

sabato 1° febbraio, ore 15:00

reiki 437x234

Reiki & Shiatsu NgalSo

Venerdì 10 Gennaio, a partire dalle ore 19:30, dopo una breve meditazione collettiva, avrà luogo una serata congiunta di presentazione e scambi di Reiki NgalSo Metodo Pema® e di Shiatsu NgalSo. Reiki NgalSo-Metodo Pema® Questo metodo, creato dalla Maestra Tina Pema De Khie La, nasce dall’unione tra il Reiki tradizionale (sistema Usui) e la pratica di Autoguarigione Tantrica NgalSo di Lama Gangchen Tulku Rinpoche, generando una tecnica di guarigione molto più completa basata sull’imposizione delle mani. Durante questa serata sarà possibile ricevere trattamenti dimostrativi e informazioni sulle modalità di partecipazione ai seminari formativi.

 

Shiatsu NgalSo & Mandala Touch® 

È una nuova arte manipolatoria basata sul tocco che coniuga i principi dello Shiatsu tradizionale con gli aspetti della medicina tantrica tibetana. In questa disciplina, che è in essenza un percorso meditativo, il terapeuta si pone in connessione con le energie sottili della persona trattata, ne percepisce i flussi dei canali energetici e le relative disarmonie e, tramite il tocco, riesce a “sintonizzarsi” con esse e a rivitalizzarle, in modo da suscitarne il riequilibrio.

Autoguarigione NgalSo

Mercoledi 22 Gennaio ore 18:30

Studio della pratica di Autoguarigione NgalSo con spiegazioni dettagliate sulle diverse fasi della meditazione e sul significato dei Mantra e dei Mudra specifici. Si tratta di un incontro utile a chi si avvicina al Sentiero del Buddhadharma e vuole apprendere una pratica di base che potrà poi svolgere anche autonomamente per apportare benessere fisico e mentale a sé, agli altri e all’ambiente. E’ inoltre un approfondimento per coloro che si sono accostati di recente alle attività di meditazione del Centro ed è un sistema molto valido anche per chi intendesse consolidare le basi della propria “tecnica” meditativa.

 

N.B.: i partecipanti dovranno segnalare la loro presenza entro il giorno prima, contattando il n. 340.8136680 (Vladimiro)


Calendario Tibetano e attività

Gen
29
Mer
Ritiro – Kurulle
Gen 29@20:00–23:30
Gen
30
Gio
Ritiro – Kurulle
Gen 30@20:00–23:30
Gen
31
Ven
Ritiro – Kurulle
Gen 31@20:00–23:30
Feb
1
Sab
Giorno dei Rishi
Feb 1 giorno intero
Ritiro – Kurukulle
Feb 1@15:00–19:00
Feb
2
Dom
Giorno del Buddha della Medicina
Feb 2 giorno intero
Feb
4
Mar
Giorno di Lama Tzong Khapa
Feb 4 giorno intero
Feb
5
Mer
8 Percorsi di Pace e Conoscenza
Feb 5@20:00–22:00
Feb
7
Ven
Reiki & Shiatsu NgalSo
Feb 7@19:30–23:30

Reiki NgalSo-Metodo Pema® Questo metodo, creato dalla Maestra Tina Pema De Khie La, nasce dall’unione tra il Reiki tradizionale (sistema Usui) e la pratica di Autoguarigione Tantrica NgalSo di Lama Gangchen Tulku Rinpoche, generando una tecnica di guarigione molto più completa basata sull’imposizione delle mani. Durante questa serata sarà possibile ricevere trattamenti dimostrativi e informazioni sulle modalità di partecipazione ai seminari formativi. Shiatsu NgalSo & Mandala Touch® Shiatsu NgalSo & Mandala Touch® è una nuova arte manipolatoria basata sul tocco che coniuga i principi dello Shiatsu tradizionale con gli aspetti della medicina tantrica tibetana. In questa disciplina, che è in essenza un percorso meditativo, il terapeuta si pone in connessione con le energie sottili della persona trattata, ne percepisce i flussi dei canali energetici e le relative disarmonie e, tramite il tocco, riesce a “sintonizzarsi” con esse e a rivitalizzarle, in modo da suscitarne il riequilibrio.

Pratica del giorno nel calendario astrologico di Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen

Nella nostra epoca molti miti, credenze e valori che appartenevano al secolo passato si sono disgregati. Un pò per macro-eventi sociali quali la caduta del muro di Berlino, le crisi dei blocchi politico-militari, la fine della "guerra fredda", la conclusione dell'epoca piu cruenta del colonialismo che aveva portato le due guerre mondiali, un pò per la riconosciuta necessità da parte della gente di vivere in pace partendo dalla ricostruzione fisica di edifici sino a nuovi rapporti interpersonali. Questo in europa, in Asia, negli Stati Uniti; Il vecchio establishment culturale e dirigenziale ha lasciato il posto a nuovi progetti, idee, culture. Ma questo ha portato più pace e serenità, ha innalzato le qualità umane di amore, condivisione, reciprocità? Proprio no! Qualcosa sfugge oggi come ieri! Anzi, oggi piu di ieri gli esseri si sentono inutili, depressi e frustrati pur avendo sul piano materiale più risorse. Penso che esista una chiave che possa aprire la porta giusta! Occorre solo determinarsi a identificare cos'è sofferenza, a non voler più soffrire, a produrre percorsi interiori di felicità, a generare insomma le buone qualità già presenti nella nostra mente. Può sembrare un'impresa difficile, ma da quando Lord Buddha ha indicato agli esseri il sentiero della Perfezione della mente, un numero incalcolabile di esseri ha reso la propria esistenza significativa.
Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen
Lama del Centro Buddha della Medicina

Come raggiungerci e contattarci

Dove siamo :

Tel Fisso +39.011.355523 – Cell: 366.7041565 – 340.8136680

info@buddhadellamedicina.org

Scrivici :

Informativa Privacy

L’Unione Buddhista Italiana (U.B.I.) è stata fondata a Milano nel 1985 da centri buddhisti di tutte le tradizioni presenti in Italia che sentivano la necessità di unirsi e cooperare, come era già accaduto in altri paesi europei (Francia, Germania, Austria, Olanda, Spagna, ecc.).
L’U.B.I. è nata con lo scopo di rispondere alle richieste sempre più numerose degli italiani interessati al buddhismo per aiutare la conoscenza degli insegnamenti del Buddha secondo le varie tradizioni, per sviluppare le relazioni tra i vari centri esistenti in Italia, per stabilire relazioni ufficiali con lo Stato italiano tramite la firma dell’Intesa, come richiesto dall’articolo 8 della Costituzione, per tutelare i diritti dei praticanti, siano essi cittadini italiani che buddhisti provenienti dai paesi asiatici e residenti nel nostro paese.
L’U.B.I. è stata riconosciuta come Ente Religioso con personalità giuridica nel gennaio 1991, riunisce i 46 maggiori centri italiani e i loro affiliati, ha sede amministrativa a Roma ed è associata all’Unione Buddhista Europea. Attualmente si stima che i praticanti buddhisti italiani siano circa 50.000 a cui si possono aggiungere altre 10.000 persone che saltuariamente frequentano centri e partecipano ad insegnamenti ed altri 10.000 di provenienza extracomunitaria.