Con l’avvento dell'autunno, Lama Dino Cian Ciub Ghialtzen riprende il ciclo di insegnamenti con il seminario «Equilibrio e benessere nella medicina tibetana nel periodo autunnale».

Nel weekend dal 7 al 9 ottobre verrà sviluppato un insegnamento inerente alla conoscenza dell’alimentazione e del comportamento più corretti da seguire nella stagione che sta per arrivare, secondo l’antica Medicina tibetana, dando proseguo alle scorse edizioni contestualizzate al periodo invernale e a quello primaverile.
La disciplina medica tibetana, come già introdotto nei precedenti insegnamenti, è fondata sull’aspetto spirituale, in quanto trasmessa dal Buddha della Medicina: ogni capitolo dei preziosi «Quattro Tantra» (il testo fondamentale dello studio della Medicina tibetana, da cui sono estrapolati questi insegnamenti), non tratta soltanto gli aspetti basilari di questa scienza, come l’anatomia, la fisiologia e il funzionamento degli organi, ma descrive anche una sequenza di relazioni specifiche tra l’energia che sostiene un particolare organo e gli aspetti mentali, Karmici, astrologici e profondi dell’essere umano.
Molto importante è tenere presente l’aspetto stagionale del tempo che compone una annualità: sei sono le diverse stagioni, includendo i periodi intermedi (settantadue giorni all’anno, per la tradizione medica tibetana, escono dalla classica caratterizzazione delle quattro stagioni principali: tra l’una e l'altra, sono presi in esame intervalli di tempo della durata di diciotto giorni ciascuno; sono contraddistinti da situazioni e condizioni climatiche a volte anche molto diversi da quelli del periodo entrante) e, per ciascuna di essa, occorre osservare giusti comportamenti pratici e alimentari.
Queste istruzioni sono molto utili sia per affrontare alcuni dei malesseri fisici più comuni di questo periodo, come l’eccessiva stanchezza, i giramenti di testa, le vertigini, la debolezza, l’indolenza, sia per sviluppare una mente radiosa e piena di vitalità, atta a sostenere un processo di rigenerazione globale. Verrà indicato, inoltre, il tipo di alimentazione più corretta per la salute dell’organismo (i cibi che è bene consumare e quelli che sono da evitare) e il comportamento spirituale da tenere (quali pratiche svolgere e in quale momento della giornata). Alimentazione e comportamento sono aspetti molto significativi che verranno trasmessi durante il seminario per ottenere dei benefici tangibili e mantenerli nel tempo.

Di particolare importanza, in merito al corretto comportamento, avrà la giornata di domenica 9 ottobre in programma al Centro, in cui Lama Dino trasmetterà gli «Otto Puri Precetti Mahayana».
Questa potente trasmissione autodetermina il praticante a rispettare per un giorno gli otto precetti, che sono i punti essenziali di buon Karma e virtù: il Lama ne spiega l’essenza e potranno essere accettati in toto o anche in parte dai discepoli presenti.
I benefici avvengono a livelli fisici, mentali, energetici ma rappresentano anche una protezione: preservano le energie di corpo, parola e mente e rinvigoriscono la forza e la determinazione del praticante nel voler avanzare nel sentiero spirituale.
Il significato profondo è, inoltre, quello di purificare una grossa quantità di karma negativo: ecco perché il giorno in cui si prendono i voti è indicato di non compiere intenzionalmente azioni negative con nessuno dei tre veicoli (Corpo, Parola e Mente).

Chi desidera ricevere questi voti, senta quindi di poter partecipare gioiosamente a questo evento: la sveglia è al mattino presto e l'ingresso al Centro è alle 6.00, dal momento che devono essere presi prima che sorga il sole. Il giorno è speciale (Luna Piena) e l’energia che ne deriva sarà forte e durevole, di vita in vita.


Tags

alimentazione, alimentazione autunnale, autunno, buddhismo, buddismo, centro buddha della medicina, lama dino


Ti potrebbero interessare anche questi articoli

Dharma e creatività

Dharma e creatività